Martedì 07 Settembre 2010

Olgiate, in cento metri
perde l'auto e la patente

OLGIATE COMASCO  In cento metri «brucia» patente, auto e si becca una denuncia. Un kosovaro di 42 anni, residente in città, è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza: aveva bevuto più di quattro volte oltre il limite (il suo tasso alcolemico era pari a 2,34 grammi di alcol per litro di sangue, contro un massimo consentito di 0,5). Gli è stata ritirata la patente (peraltro scaduta da cinque giorni), sequestrata l'auto a scopo di confisca (Mercedes MB 203, senza revisione) e contestate infrazioni per oltre 500 euro di multa e decurtazione di almeno ventun punti.
Tutto in pochi minuti e in presa diretta della polizia locale che l'altra sera lungo viale Trieste stava controllando il funzionamento del semaforo pedonale in via San Giovanni Bosco, quando la Mercedes è passata con il rosso senza fermarsi, sotto gli occhi dei vigili. Comportamento subito apparso sospetto agli agenti che, saliti sull'auto di servizio, si sono messi sulle tracce della Mercedes. Non hanno neanche percorso cento metri che l'hanno trovata ferma, addosso a una Volvo nei pressi dell'intersezione semaforica con via Repubblica, qualche minuto prima delle 22. Il conducente della Volvo – 42 anni, residente a Varese – nell'urto ha riportato alcune contusioni. Non è stato necessario l'intervento del 118, è stato accompagnato in auto all'ospedale di Varese per accertamenti.
Da quanto ricostruito, il conducente della Mercedes - che procedeva da Olgiate verso Como – in fase di svolta a sinistra (era diretto a casa) avrebbe colpito la Volvo che sopraggiungeva lungo la statale nel senso opposto. Giunti sul posto, gli agenti di polizia locale si sono immediatamente accorti delle condizioni del kosovaro. Trasferito al comando, il test cui è stato sottoposto ha confermato l'eccesso di alcol nel sangue.

r.caimi

© riproduzione riservata