Mercoledì 01 Giugno 2011

Dramma sfiorato alla "pizzata":
ragazzino finisce all'ospedale

APPIANO GENTILE - Dramma sfiorato alla pizzata di classe. Per un gioco finito male, un ragazzino di Veniano – che frequenta la locale scuola media – se l'è vista brutta. E' stato ricoverato all'ospedale e operato: gli è stata applicata una placca al cranio, a seguito della frattura riportata all'altezza di un sopracciglio. E pensare che tutto era iniziato con quella che avrebbe dovuto essere una serata spensierata in una pizzeria della zona, insieme ai compagni di classe e anche alcuni genitori, per chiudere in allegria l'anno scolastico. Da quanto è stato possibile ricostruire, dopo aver cenato, i ragazzi non hanno lasciato subito il ristorante, circondato da un bel parco, ma ne hanno approfittato per divertirsi un po', giocando a tirarsi gavettoni. Anziché le classiche secchiate d'acqua, hanno ripiegato su bottigliette di plastica o lattine, secondo un'altra versione circolata. Fatto sta che tra un lancio e l'altro, più o meno in aria e anche all'indirizzo dei compagni, la situazione è degenerata. Ne ha fatto le spese lo sfortunato dodicenne, colpito involontariamente da un suo compagno di classe. La bottiglietta piena o quasi, o lattina che sia, è finita appena poco sopra un occhio del malcapitato, con il rischio che se fosse terminata poco sotto forse le conseguenze sarebbero state ancora più pesanti. Il colpo subito gli ha procurato una lesione all'osso, non percepita subita nella sua reale gravità. Sulle prime sembrava un brutto colpo, ma non si sospettava certo la frattura che è stata in seguito accertata, tanto è vero che anche i genitori presenti pare l'abbiano assistito con i classici rimedi fai da te (ghiaccio) in casi di traumi simili. Non è stato subito trasferito in ospedale; è tornato a casa ma, durante la notte, l'occhio sempre più visibilmente gonfio e il dolore insistente hanno consigliato ai genitori di portarlo al pronto soccorso per un controllo medico. Gli accertamenti cui è stato sottoposto hanno evidenziato la presenza di una frattura e la necessità di intervenire chirurgicamente

m.schiani

© riproduzione riservata