Martedì 23 Luglio 2013

Allarme pesto al botulino

Ritirato dai supermercati

L’allarme è arrivato direttamente dalla casa produttrice dopo i casi di intossicazione

Nessuno caso sospetto di intossicazione o segnalazione alla Asl, ma il pesto dell’azienda genovese Ferrari e Bruzzone di Genova non è più in vendita nel comasco. A Como non sembra essere scattata la psicosi tra i cittadini, ma i supermercarti si sono affrettati a fare sparire il prodotto dagli scaffali.

Clienti tranquilli

«Siamo stati informati della vicenda, ma al momento non abbiamo ricevuto nessuna segnalazione in merito – confermano dall’Azienda sanitaria locale – non abbiamo nemmeno riscontrato allarmismi tra la cittadinanza».

Dal momento in cui è stata ricevuta la circolare informativa, inviata dalla stessa Ferrari e Bruzzone, relativa alla possibile presenza di botulino nel prodotto ligure, i vasetti sono stati ritirati dal commercio, come confermano da Esselunga: «La comunicazione ci è stata inviata immediatamente e altrettanto velocemente ci siamo affrettati a ritirare il pesto dalla vendita. Nelle ore successive abbiamo provveduto ad informare la clientela del possibile rischio». Anche da Carrefour fanno sapere di aver ricevuto la comunicazione in tempi rapidi: «Abbiamo ricevuto la circolare come tutti gli altri supermercati e ipermercati, quindi nel caso fosse stato in vendita è stato immediatamente ritirato».

Nessun disagio per Bennet, invece, che ha precisato: «I nostri ipermercati non hanno in assortimento e quindi non vendono questo prodotto». 

Francesca Guido

© riproduzione riservata