Ancora 6 vittime e 147 nuovi positivi  Vaccini, da oggi anche  le seconde dosi
Al via la seconda fase della campagna vaccinale

Ancora 6 vittime e 147 nuovi positivi

Vaccini, da oggi anche le seconde dosi

Soltanto a Milano e Brescia i contagi superano quelli registrati ieri in provincia di Como - Oggi c’è la dose di richiamo per i primi 50 vaccinati

Como

Sono in tutto sei i decessi per Coronavirus registrati ieri in provincia di Como, in una giornata in cui il bollettino regionale dà conto anche dell’identificazione di ulteriori 147 soggetti positivi, sempre nel territorio della nostra provincia.

Con questi numeri si apre una settimana importante sul fronte dell’emergenza pandemica. Due i fatti di rilievo: il primo è che questa mattina riceveranno la seconda dose del vaccino - quella che dovrebbe completare l’iter di immunizzazione garantendo a chi la riceve una protezione prossima al 95% - una cinquantina tra medici e infermieri che avevano ricevuto la prima dose il 26 dicembre, cioè tre settimane or sono. Il secondo è che, sempre questa mattina, la Regione Lombardia presenterà ricorso al Tar del Lazio contro l’attribuzione alla zona rossa, ritenendosi a Palazzo Lombardia che si tratti di una «punizione immeritata» e che - per dirla con la vicepresidente Letizia Moratti - «in altre regioni del Paese il rischio di contagiosità è palesemente superiore».

Per tornare ai dati dell’ultimo bollettino regionale, risulta che i nuovi casi siano 1.603 (12.415 quelli registrati a livello nazionale) a fronte di 25.051 tamponi effettuati, su un totale di 5.232.178 tamponi eseguiti da inizio emergenza. Con i 65 decessi delle ultime 24 ore, il totale delle vittime lombarde sale a quota 26.237. Sul territorio della Regione i pazienti attualmente positivi sono 56.142 mentre quelli ricoverate con sintomi sono 3.610 (54 in meno rispetto a ieri); di questi 452 sono quelli costretti alle cure di un reparto di terapia intensiva (due in meno del giorno precedente). In isolamento domiciliare ci sono 52.080 persone, mentre con i dati di ieri i “guariti/dimessi” dall’inizio dell’emergenza a oggi sono diventati 431.787. Per quanto riguarda i casi suddivisi per provincia, soltanto Milano e Brescia fanno peggio di Como, quantomeno in termini assoluti. I contagi registrati sabato nella provincia del capoluogo regionale sono stati 440, di cui 167 a Milano città, mentre a Brescia se ne sono avuti 335.

Per quanto riguarda gli altri capoluoghi, a Bergamo (dove il sindaco Giorgio Gori va invocando l’adozione di misure meno restrittive di quelle contemplate dalla zona rossa) si sono avuti 77 ulteriori contagi, a Cremona 55, a Lecco 54, a Lodi 22, a Mantova 124, in provincia di Monza e Brianza 117, a Pavia 101, a Sondrio 56 e a Varese “soltanto” 40, un calo importante visti i numeri delle ultime settimane.

Per tornare infine ai vaccini, ancora l’assessorato regionale ha reso noto che nella giornata di sabato sono state effettuate 10.070 vaccinazioni. Il dato complessivo sale quindi a 175.593 somministrazioni dall’inizio della campagna, raggiungendo il 74,8% delle dosi finora disponibili. Il dato relativo alle somministrazioni di ieri, domenica 17 gennaio, verrà invece comunicato nel pomeriggio di oggi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA