Domenica 06 Luglio 2014

Animali morti al cimitero

Forse un rito per la partita

Il vialetto che porta al cimitero di Cadorago

Resta un mistero il ritrovamento, dei tre volatili decapitati nel vialetto che porta al cimitero del paese.

Scartata a priori l’ipotesi di un rito satanico o del dispetto dopo un furtarello in un pollaio, le supposizioni hanno preso un’altra strada. Quella di un rito vicino alla tradizione brasiliana come era stato indicato un precedente analogo episodio di Rovello Porro.

Considerata, in questa occasione, la concomitanza con la partita Brasile-Colombia ai mondiali di calcio giocata poche ore dopo il ritrovamento, non si può nemmeno escludere che si tratti di un rituale propiziatorio organizzato da tifosi di una delle due squadre sudamericane.

«Effettivamente è una possibilità da prendere in considerazione- spiega Giorgio Gagliardi, medico, storico sindaco di Asso e soprattutto esperto di occultismo - ma da quello che si sa mi pare proprio che si possa parlare di un rito propiziatorio simile a quelli diffusi nei paesi del Sud America».

Di fatto qualche riferimento alla partita lo si può ritrovare. Uno dei tre animali trovati morti è una colomba e una delle due squadre era quella della Colombia. I cui giocatori indossavano la maglia ufficiale delle trasferte, rossa con i pantaloncini blu. E di color rosso era anche il pollo trovato all’esterno del cimitero di Cadorago. Il grigio della faraona, il terzo animale, ha poco a che vedere con il resto della divisa: ma trovare un volatile blu non è poi così facile. Supposizioni, comunque,su elementi difficili da interpretare.

© riproduzione riservata