Bonifica della Ticosa   Maxi conto da 4,4 milioni
L’area della Ticosa vista dall’alto. Da bonificare manca solo una piccola parte vicino alla Santarella

Bonifica della Ticosa

Maxi conto da 4,4 milioni

Martedì e mercoledì mattina le analisi sull’ultima zona ancora non collaudata, vicino alla Santarella

Un conto da 4, 4 milioni di euro. È questo il dato definitivo sul costo per la bonifica del sottosuolo della vecchia tintostamperia. Praticamente il doppio di quanto previsto inizialmente (2 milioni e 390mila euro). All’appello per concludere la bonifica manca l’ormai famosa cella numero 3, nella zona della Santarella, e martedì e mercoledì verranno effettuati degli scavi per effettuare le ultime analisi. Obiettivo è quello di arrivare entro il mese di marzo a mettere la parola fine a un capitolo che si trascina dal 2008.

L’ultimo passaggio, chiariscono il dirigente Luca Baccaro e l’assessore Bruno Magatti riguarda «l’incarico di caratterizzazione sia sui materiali da rimuovere sia sul costo». Per tutto il resto dell’area, invece. i collaudi sono conclusi e hanno dato esito positivo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA