Bormio, valanga fuori pista

Denunciato freerider lecchese

È successo nel Vallone del Vallecetta. Era con un amico ed è rimasto sotto la neve

Bormio, valanga fuori pista Denunciato freerider lecchese

Sciando fuori pista a Bormio, in località Vallone del Vallecetta, a 2800 metri di quota, secondo la ricostruzione della polizia, hanno causato una valanga di dimensioni rilevanti, con un fronte stimato di circa 150-200 metri e uno scivolamento calcolato in circa 300 metri.

È successo nel giro di pochi istanti, sabato pomeriggio poco dopo le 15. Impegnati in una discesa erano due giovani lecchesi, rispettivamente di 26 e 25 anni.

Fortunatamente non ci sono stati feriti, ma il primo è rimasto comunque parzialmente sepolto dalla slavina. Con un po’ di fatica - e dopo aver perso entrambi gli sci - è riuscito ad uscire dalla zona interessata dalla valanga.

I due giovani lecchesi, illesi e in buone condizioni di salute, sono stati sono stati così soccorsi dagli operatori del servizio Soccorso e Sicurezza in Montagna della Polizia.

Gli agenti, una volta completati i loro accertamenti, hanno poi denunciato a piede libero uno dei due ragazzi, per la precisione proprio quello che era finito sotto la neve per il reato di procurata valanga, in base agli articoli 426 e 449 del codice penale.

L’altro ragazzo lecchese, invece, non è stato denunciato: la ricostruzione fatta dagli agenti, infatti, ha portato ad escludere una sua responsabilità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True