Giovedì 07 Agosto 2014

Cantù, piazza “ballerina”

Accordo sui danni

Se di una controversia non si vede ancora la fine, per un’altra potrebbe essere vicina la conclusione. E almeno su una delle questioni ancora aperte in merito alla tribolatissima riqualificazione di piazza Garibaldi si potrà mettere una pietra sopra. Un lastrone di granito dell’Adamello, nello specifico.

La giunta ha infatti deciso di accettare la proposta di risoluzione del contenzioso attivato nel 2010 davanti al tribunale di Como nei confronti dell’architetto Roberto Cremascoli e dell’ingegner Edoardo Belponer, professionisti incaricati della progettazione e della direzione dei lavori, per ottenere un riduzione del prezzo delle prestazioni svolte, oltre al risarcimento dei danni subiti dal Comune.

I conteggi

Come noto, dal 2006 in poi, quando si mise mano al crinale, è stato un lungo susseguirsi di continui cantieri e rappezzi, con un bel po’ di quattrini spesi. L’ultimo conteggio effettuato dal municipio dopo la chiusura dei lavori valutava la riqualificazione costata alle casse municipali 2.356.565 euro. E molta ulteriore manutenzione è venuta poi.

Tutti i particolari e i retroscena sul giornale in edicola.

© riproduzione riservata