Carta sconto diesel  Partenza rinviata
1 Rinviato o sconto per il diesel 2 Lo scontrino con il diesel a 1,29 euro al litro3 Daniela Maroni, consigliere regionale

Carta sconto diesel

Partenza rinviata

Informazioni assenti, impossibile attivare la tessera. Slitta a metà mese il risparmio di 8 centesimi al litro

La carta sconto da oggi dovrebbe essere ufficialmente estesa anche al gasolio, ma nei distributori non si potrà avere il prezzo scontato probabilmente almeno per tutta per la prima metà di gennaio. Gli sportelli che dovrebbero abilitare la Carta regionale o nazionale dei servizi (Crs e Cns) non possono ancora aggiungere le targhe delle auto diesel perché sul portale regionale a loro riservato non compare la voce per lo sconto gasolio.

Nessuna comunicazione ufficiale

Del resto fino agli ultimi giorni del 2014 non avevano ricevuto alcuna comunicazione in proposito, nemmeno preventiva. Così da Palazzo Cernezzi è stata inviata una richiesta di informazioni in Regione e nel frattempo agli automobilisti è stata fornita l’unica risposta che gli uffici comunali sono in grado di dare in questo momento: a logica l’abilitazione dovrebbe funzionare esattamente come per la carta sconto benzina. ma finché non ci saranno indicazioni da Milano è inutile recarsi allo sportello comunale.

Eppure in Regione viene confermato tutto quanto comunicato nei giorni scorsi, solo con un ritardo nelle attivazioni dovuto alle festività: lo sconto ci sarà, sarà di 8 centesimi al litro, sarà limitato per il 2015 a chi ha la residenza a Como e in altri 48 comuni entro dieci chilometri da un valico con la Svizzera. Non vale per i veicoli commerciali, che altrimenti avrebbero una doppia defiscalizzazione, mentre può valere per le persone nello stato di famiglia (quindi non necessariamente coniugi o parenti) che usano una stessa auto se l’intestatario estenderà l’abilitazione anche a loro. Per attivare le carte degli aventi diritto bisognerà attendere almeno settimana prossima, per fare i primi rifornimenti scontati fino a metà mese o forse un po’ prima. In alcuni impianti i gestori hanno avuto indicazione di partire l’8 gennaio e la maggior parte sono pronti fin d’ora.

Il ritardo è dovuto alle festività natalizie che hanno prolungato i tempi tecnici per le necessarie procedure; in particolare l’iter è stato rallentato dall’approvazione del bilancio definitivo della Regione solo all’antivigilia.

Ieri è stato firmato il decreto attuativo necessario per far partire il meccanismo e nei prossimi giorni lavorativi dovrebbero cominciare le procedure negli uffici abilitati all’attivazione dello sconto sulle targhe dei veicoli diesel.

Si può andare in Comune, al Pirellino (sede locale della Regione), all’Asl, con il libretto dell’auto e la carta. Per procedere occorre avere il codice pin della carta, indicato nella lettera con cui è stata consegnata o recapitata.

Chi l’avesse perso può recuperarlo all’Urp del comune, nelle Asl e al Pirellino con la carta e un documento d’identità, o richiederlo direttamente alla Regione che lo invierà per posta (per informazioni c’è il numero verde 800 030 606).

© RIPRODUZIONE RISERVATA