«Cartellone fuorilegge»  Ma è del Comune di Olgiate
1Il discusso maxi pannello collocato in via Roma2Tra le varie informazioni, manca la classe energetica3 Il consigliere di minoranza Igor Castelli

«Cartellone fuorilegge»

Ma è del Comune di Olgiate

Castelli: «Il municipio usa due pesi e due misure

Multa le immobiliari, però assolve se stesso»

«Chi deve far rispettare le normative dovrebbe essere il primo a onorarle. Sugli annunci immobiliari, il Comune usa due pesi e due misure».

La denuncia è del leghista Igor Castelli, consigliere di minoranza a Olgiate Comasco.

Lui punta l’indice contro il maxi-pannello, esposto in via Roma lungo la statale, in cui si pubblicizzano i servizi presenti (negozi, uffici, parcheggi, spazi pubblici) nel complesso su cui sorge piazza Italia. Un insediamento frutto di un programma integrato d’intervento fra il Comune e il privato proprietario dell’area.

«Il cartello ha un’evidente finalità commerciale - osserva - tant’è che riporta l’indicazione “varie metrature”, il sito e il telefono della società proprietaria cui rivolgersi. Non è invece indicata la classe energetica, obbligatoria negli annunci immobiliari di vendita o locazione in base alle disposizioni regionali in materia».

Dall’entrata in vigore della delibera regionale (gennaio 2012), sono state elevate sei multe. Una delle prime è stata verbalizzata (1500 euro) all’agenzia immobiliare del consigliere comunale Daniela Cammarata, per non avere indicato la classe energetica in un vecchio annuncio di vendita esposto, su un foglio A4, all’esterno di una palazzina in centro.

«Da maggio ho più volte segnalato alla polizia locale che il pannello riguardante il complesso della nuova piazza non è conforme a quanto prescritto dalla delibera regionale - ricorda Castelli - ma nulla è stato fatto: né sul fronte sanzionatorio, né sul fronte del controllo».

L’articolo completo con la replica dell’amministrazione comunale sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA