Martedì 16 Luglio 2013

Casa del fascio,

200mila euro l’anno

Palazzo Terragni, sedel del comando provinciale della Guardia di finanza di Como ed edificio simbolo del Razionalismo

Como

Mantenere un gioiello architettonico e storico come Palazzo Terragni costa. Ne sanno qualcosa al comando provinciale di Como, dove da mezzo secolo tra le varie voci si spesa c’è anche quella - consistente - della manutenzione della Casa del fascio.

Dal 2010 ad oggi per spese ordinarie e manutenzione straordinaria le fiamme gialle, grazie anche al supporto del provveditorato per le Opere pubbliche e della Soprintendenza, ha investito nell’edificio simbolo del Razionalismo oltre seicentomila euro: un terzo circa per far fronte ai costi quotidiani di funzionamento, il resto per interventi sulla struttura.

Come non indifferente - anzi - è stata la spesa per manutenzione straordinaria stanziata nel 2010 quando alcune infiltrazioni d’acqua avevano iniziato a minare lo storico edificio.

L’intervento comportò un esborso pari a 430mila euro. Una spesa straordinaria, appunto, ma - fanno notare da piazza del Popolo - di interventi forse meno onerosi ma comunque importanti se ne dovrebbero fare molti altri. Insomma, dal 2010 ad oggi mantenere la Casa del fascio è costato una media di 200mila euro ogni anno.

Nonostante questo il comandante provinciale delle fiamme gialle, il colonnello Marco Pelliccia, ci tiene a precisare: «La guardia di finanza in Palazzo Terragni ci sta volentieri».

© riproduzione riservata