Venerdì 27 Dicembre 2013

Como, 14enne ruba pennarelli

E l’amico aveva un coltello

Como

Natale, si sa, è la festa dei bambini e dei ragazzi. Ma un paio di adolescenti hanno pensato bene di farsi un regalo da soli, rubandolo dagli scaffali di un negozio.

Una festa rovinata, per un ragazzo di soli 14 anni, che si è trovato denunciato per furto. Al suo amico, 13 anni, è andata meglio, visto che ha un’età per la quale non può essere punito dalla legge. Nonostante avesse in tasca un coltello.

L’episodio è avvenuto negli ultimi giorni di shopping natalizio, quando le strade del centro pullulavano di gente alla caccia del regalo migliore e con i negozi presi d’assalto per gli acquisti.

Tra un pacchetto e l’altro, alla Casa della carta di via Indipendenza, i due ragazzini hanno provato a infilarsi nella confusione, cercando di passare inosservati. Così si sono messi in tasca alcuni pennarelli colorati Uniposca e poi, approfittando della calca, hanno cercato di uscire senza - ovviamente - passare dalla cassa per pagare la merce. Ma all’occhio esperto delle commercianti non è sfuggito il loro tentativo di furto e per questo li hanno fermati. Le negozianti, dapprima, hanno cercato “con le buone” di far ammettere ai due ragazzini il loro tentativo di furto, chiedendo loro il numero di telefono dei genitori. Ma loro hanno fatto finta di non ricordarlo e alla fine le commercianti non hanno potuto fare altro che chiamare il 112.

Poco dopo sono arrivati gli agenti della polizia e i carabinieri che hanno effettivamente constatato come i due ragazzini cercassero di rubare i pennarelli che, quindi, sono stati restituiti ai legittimi proprietari.

Quindi li hanno accompagnati fuori: ma in tasca, oltre ai pennarelli, il ragazzino di 13 anni aveva anche un coltello, che non poteva affatto avere con sé.

Alla fine il quattordicenne è stato denunciato per il furto dei pennarelli, mentre il compagno se l’è cavata con una tirata d’orecchie. E magari la prossima volta ci penseranno due volte prima di fare una bravata simile.

© riproduzione riservata