Martedì 28 Gennaio 2014

Como: in consiglio il caso writer
Muri agli artisti, lotta ai vandali

Como - stazione ferroviaria di Como Borghi imbrattata da writer
(Foto by Pozzoni Carlo)

Approvata ieri sera in consiglio comunale una parte della mozione sul problema dei writer proposta dal consigliere Luca Ceruti (movimento Cinque Stelle).

Tre i punti approvati. Il primo chiede che, per evitare ulteriori imbrattamenti ai danni del pubblico e del privato, causa di numerosi e dispendiosi interventi di ripristino e recupero del decoro urbano, siano individuati all’interno del tessuto urbano in più zone della città delle aree da riqualificare e caratterizzare dedicandole ai murales e al graffitismo libero.

Il secondo punto: visto che nel corso degli anni molti artisti hanno maturato nuove tendenze creative per cui, pur mantenendo radici nel writing, sconfinano nella tipografia, nel design, nell’abbigliamento, influenzando la moda, le tecniche pubblicitarie e contaminando la street-style con ideali più razionali e vicini alla grafica, l’amministrazione comunale si ponga l’obiettivo di agganciare questa corrente artistica, sociale e culturale. In particolare tramite l’organizzazione di eventi e manifestazioni di richiamo a livello locale e nazionale e con la promozione di contest specifici e concorsi dedicati.

Terzo: si porti avanti una rigida politica di prevenzione e repressione del vandalismo grafico che deturpa monumenti, superfici di immobili pubblici, strutture private e l’arredo urbano in generale. Siano messe in atto tutte le azioni di contrasto necessarie ad intervenire e limitare il fenomeno di degrado del decoro urbano, soprattutto tramite severi e costanti controlli delle zone più colpite.

Leggi l’articolo su La Provincia in edicola mercoledì 29 gennaio 2014.

© riproduzione riservata