Como, la telecamera spia le auto   Multa chi non ha fatto la revisione
Pattuglia della Polizia locale durante i controlli con il telelaser in via Napoleona

Como, la telecamera spia le auto

Multa chi non ha fatto la revisione

Tagliando e assicurazione: test in città con lo strumento che fa verifiche in tempo reale. Uscite un paio di volte la settimana. Multe di 168 e 864 euro più il sequestro del mezzo

Como

Si temeva un’ondata di assicurazioni scadute e invece a Como sono le mancate revisioni a conquistarsi il primato delle infrazioni. Mentre sono ripartiti ieri i controlli con il telelaser la Polizia locale già da un paio di settimane ha cominciato a controllare assicurazione assicurazione e revisione con un apparecchio automatico.

Non è del comando di viale Innocenzo ma del Comune di Cavallasca che lo ha prestato al capoluogo nell’ambito della convenzione per i servizi di polizia locale. Como permette agli agenti che hanno dato la disponibilità di fare turni extra servizio a San Fermo della Battaglia e a Cavallasca (pagati da questi ultimi) dove i vigili sono troppo pochi, in cambio può utilizzare la loro strumentazione.

Frazione di secondo

La Polizia locale ha scelto il lettore di targhe per verificare più facilmente un fenomen preoccupante e in crescita negli ultimi tre anni come la mancanza della copertura assicurativa.

Si tratta di una violazione particolarmente grave perché nel caso il conducente provocasse un incidente nessuno pagherebbe i danni alle altre persone coinvolte. «Curiosamente la gente lo confonde con il telelaser e modera la velocità, così otteniamo un doppio beneficio - spiega il comandante della Polizia locale, Donatello Ghezzo - Usciamo un paio di volte a settimana nelle strade dove ci sono spazi per far accostare gli automobilisti in sicurezza, ma sono servizi distinti da quelli con il telelaser. Servono almeno tre operatori».

Come previsto dal codice della strada sono state multate e sospese dalla circolazione: la sanzione è di 168 euro oppure ridotta a 117,60 euro se pagata entro cinque giorni dal verbale, e sul libretto dell’auto viene messo un timbro che ne indica la sospensione; significa che si può tornare a casa o andare direttamente in officina ma per il resto la circolazione è vietata finché il veicolo non sarà stato revisionato e la multa non sarà stata pagata.

Nel caso in cui non ci fosse l’assicurazione la multa è di 841 euro o 588,70 in misura ridotta, più il sequestro del veicolo fino al pagamento della sanzione e alla stipula dell’assicurazione per almeno sei mesi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA