Como, lavori in 11 scuole  Ci pensano genitori e volontari

Como, lavori in 11 scuole

Ci pensano genitori e volontari

Arriva a Como “Nontiscordaredime” la giornata di volontariato dedicata alle scuole, promossa da Legambiente, in collaborazione con il Comune e gli istituti scolastici Como Centro e Como Borghi. L’appuntamento per tutti i volontari coinvolti con le varie associazioni (parteciperà anche un gruppo di richiedenti asilo) è per sabato 28 marzo.

Arriva a Como “Nontiscordaredime” la giornata di volontariato dedicata alle scuole, promossa da Legambiente, in collaborazione con il Comune e gli istituti scolastici Como Centro e Como Borghi. L’appuntamento per tutti i volontari coinvolti con le varie associazioni (parteciperà anche un gruppo di richiedenti asilo) è per sabato 28 marzo.

«Questa iniziativa ha un duplice obiettivo - spiega il vicesindaco Silvia Magni - favorire una cittadinanza attiva di ragazzi, genitori e insegnanti e consentire lo svolgimento di alcuni interventi sulle scuole. La partecipazione dei volontari è stata resa più semplice dal regolamento da noi adottato che definisce tempi e modi della collaborazione e provvede alla stipula della necessaria assicurazione». «Il nostro circolo Legambiente di Como - sottolinea Michele Marciano, responsabile del circolo cittadino - è dedicato ad Angelo Vassallo, sindaco ucciso dalla mafia, impegnato in prima persona nella tutela dell’ambiente. Come tutte le iniziative di Legambiente, anche questa guarda al futuro, coinvolgendo i bambini, per dare loro un mondo più pulito e sostenibile».

Oltre alla giornata del 28 marzo, in base alla disponibilità dei volontari, gli interventi proseguiranno anche nelle prossime settimane. «L’attenzione del Comune nei confronti delle scuole è alta - aggiunge Daniela Gerosa, assessore all’Edilizia Pubblica – A bilancio cerchiamo di stanziare quanto più possibile (180mila euro all’anno per la manutenzione ordinaria e 1.220.000 euro nel 2013, 1.730.000 euro nel 2014, 900mila euro nel 2015). Queste cifre, purtroppo, non bastano a coprire tutte le necessità. La maggior parte degli edifici scolastici, oltretutto, è datata e le ultime scuole costruite risalgono al 1970».

All’iniziativa hanno aderito gli istituti comprensivi Como Centro, con i plessi di via Fiume, via XX Settembre, via Briantea, via Gramsci e via Zezio, e Como Borghi con via Salita Cappuccini (si lavorerà all’orto l’11/4), asilo Sant’Elia (solo lavori di riordino), via Vacchi, via Gobbi, secondaria Publio Virgilio. «Questa iniziativa permette al regolamento sul volontariato di diventare strumento di partecipazione - conclude Massimo Patrignani, dirigente dei settori Politiche Educative e Partecipazione - La partecipazione, del resto, sarà un capitolo sempre più importante delle attività dell’amministrazione comunale».


© RIPRODUZIONE RISERVATA