Como, picchiano la guardia dell’Ovs  Fidanzati arrestati per rapina
I due fidanzati sono stati arrestati dagli operatori della Squadra Volante della Polizia

Como, picchiano la guardia dell’Ovs

Fidanzati arrestati per rapina

Bloccati in viale Roosevelt dopo un tentativo di furto al maxi-store

Vigilante in ospedale con un braccio rotto, la coppia finisce in carcere

Due arresti l’altro pomeriggio in viale Giulio Cesare, dove le volanti della polizia hanno fermato Mohamed El Fallaki, 22 anni, marocchino regolarmente residente in città, e la sua amica Jasmine Veronica Deng, 24 anni, cittadina italiana con residenza a Bellano.

Secondo quanto ricostruito dai poliziotti, i due avrebbero tentato di allontanarsi dal negozio Ovs di viale Giulio Cesare con alcuni capi di abbigliamento rubati. In particolare El Fallaki avrebbe fatto scattare il dispositivo antitaccheggio attirando l’attenzione dell’addetto alla sicurezza. Prima che questi potesse fermarli, i due amici si sono dati alla fuga.

L’intervento delle volanti

La guardia li ha inseguiti fino all’incrocio con viale Roosevelt, poi ha raggiunto e bloccato il ragazzo, innescando suo malgrado una colluttazione piuttosto violenta. Lei, per aiutare l’amico, sarebbe intervenuta colpendo l’addetto alla sicurezza sia alla schiena sia al collo, facendolo ruzzolare a terra.

Un secondo dopo in posto c’erano gli equipaggi delle volanti. I poliziotti hanno dapprima cercato di sedare gli animi, poi hanno bloccato i due giovani e fatto intervenire il 118, in modo che un’ambulanza potesse accompagnare l’addetto ala sicurezza in ospedale.

Gli esami svolti al pronto soccorso del Sant’Anna confermano la frattura a un braccio, giudicata guaribile in 25 giorni, e la conseguente contestazione del reato di lesioni.

Supermercati sotto assedio

I due sono finiti inevitabilmente al Bassone, con l’accusa di rapina impropria. Nei prossimi giorni saranno sentiti dal giudice per le indagini preliminari, che dovrà decidere se convalidarne o meno il fermo e valutare la sussistenza degli estremi per la custodia cautelare in carcere.

Negli ultimi mesi, comunque, il numero dei furti e degli episodi di taccheggio perpetrati ai danni dei centri commerciali e dei supermercati del capoluogo è cresciuto davvero a dismisura, inducendo peraltro i gestori dei negozi ad affidarsi a servizio di controllo interni.n


© RIPRODUZIONE RISERVATA