Mercoledì 09 Ottobre 2013

Como, il 112 sbaglia indirizzo

Il paziente muore

1 L’ambulanza è arrivata in viale Masia, ma lì nessuno aveva bisogno di aiuto

L’ambulanza arriva tardi e il paziente muore per un infarto. Un caso incredibile quello che ha portato alla morte un uomo di 49 anni di Como, Diego Albonico. Lui stesso aveva chiamato il servizio d’emergenza 112, la cui centrale operativa è a Varese, chiedendo un intervento di soccorso per un dolore improvviso alla schiena. Ma, per un errore, l’operatore del 112 ha inviato l’ambulanza in viale Masia a Como invece che in via Castel Carnasino, a Monte Olimpino.

Una volta accertato che in viale Masia nessuno risultava avere chiamato l’ambulanza (il numero civico tra l’altro risulta un cancello), sono scattate le verifiche. E’ stato richiamato l’utente, ma non rispondeva più. Quindi il 112 ha riascoltato la telefonata ed è emerso l’errore. Purtroppo quando i soccorritori sono arrivati all’indirizzo giusto era ormai troppo tardi.

La ricostruzione completa su La Provincia in edicola mercoledì 9 ottobre

© riproduzione riservata