Venerdì 11 Aprile 2014

Como versano la caparra

Ma la casa non esiste

Uno scorcio di viale Varese

Como

Pensavano di aver trovato l’appartamento perfetto per trasferirsi, ma dopo aver pagato un anticipo sull’affitto hanno scoperto di essere stati truffati. Protagonista una coppia di 25enni che solo ieri mattina, quando doveva avvenire la consegna delle chiavi, ha capito che non c’era nessun bilocale ad aspettarli.

L’inesperienza non ha permesso ai due di comprendere che la richiesta di una caparra senza aver prima visionato l’appartamento avrebbe dovuto far scattare il campanello d’allarme. Fatto sta che i ragazzi hanno perso del denaro e si sono ritrovati senza casa.

Tutto ha inizio qualche settimana fa, quando alla ricerca di un immobile in locazione, la coppia si imbatte nell’annuncio di un privato. Nessuna mediazione con agenzie e per loro sembra la soluzione perfetta, anche perché pensano che senza intermediari qualcosa si può risparmiare. Iniziano così i contatti con una signora, che si dice essere proprietaria dell’immobile, e che oltre alle foto presenti sull’annuncio, invia un’ulteriore documentazione fotografica. L’esterno del palazzo, in viale Varese, convince i due e ancor di più il bilocale. Un appartamento recentemente ristrutturato e arredato con gusto. Che non esisteva.

© riproduzione riservata