Como, vestiti tarocchi  Dono ai poveri dopo il sequestro
Uno dei capi sequestrati

Como, vestiti tarocchi

Dono ai poveri dopo il sequestro

L’Ufficio delle Dogane di Como ha devoluto in beneficenza alla Caritas Diocesana e alla Società Cooperativa solidale Frasi Prossimo Onlus, oltre tremila giubbotti contraffatti già finiti sotto sequestro

L’Ufficio delle Dogane di Como - Sezione operativa territoriale di Ponte Chiasso - ha devoluto in beneficenza alla Caritas Diocesana e alla Società Cooperativa solidale Frasi Prossimo Onlus, oltre tremila giubbotti contraffatti già finiti sotto sequestro.

La merce di origine cinese, sdoganata in Inghilterra ed inviata in Italia in regime di transito comunitario interno, è stata intercettata in base all’analisi dei rischi effettuata a livello locale e sequestrata a causa della presenza sui capi di segni distintivi del “Made in Italy”. Ovviamente la produzione italiana era solo una dicitura sull’etichetta.

Concluso l’iter giudiziario preliminare, l’autorità giudiziaria ha autorizzato, sulla base di apposita istanza presentata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, l’assegnazione della merce ad enti caritatevoli e di assistenza. Ovviamente, previa rimozione delle etichette false.n 


© RIPRODUZIONE RISERVATA