Consultazione Pd, 800 voti sul Lario

Consultazione Pd, 800 voti sul Lario

Alla votazione ammessi solo i tesserati

Sono stati 542 i tesserati e gli elettori del Partito Democratico che domenica si sono recati in uno dei 29 seggi allestiti in tutto il territorio provinciale per esprimere la loro opinione su una serie di quesiti dedicati al futuro delle autonomie locali promossi dal partito a livello regionale. A questi vanno poi aggiunti i 250 voti che dal comasco sono stati effettuati sulla piattaforma multimediale del Pd lombardo, per un totale complessivo di quasi 800 voti espressi per questa consultazione promossa dal Pd Lombardo. «Mi sento in dovere di rivolgere un ringraziamento a coloro che hanno reso possibile questa consultazione nel nostro territorio ed a tutti coloro che vi hanno partecipato – ha commentato la Segretaria Provinciale, Savina Marelli -. La giornata di oggi costituisce un buon punto di partenza per future altre consultazioni, venendo così incontro al desiderio di maggiore coinvolgimento espresso dagli iscritti e dagli elettori del Partito Democratico». Questi, nel dettaglio, i risultati relativi ai singoli quesiti da parte di coloro che si sono presentati fisicamente ai seggi:

Quesito 1 - Sei favorevole all’abolizione delle Regioni a Statuto speciale”, così da procedere alla definizione di una “nuova autonomia” valida per tutte le Regioni italiane? I sì sono stati 485; i no 41.

Quesito 2 - Sei favorevole, per ottimizzare l’utilizzo delle risorse e migliorare lo svolgimento delle funzioni loro attribuite, a ridurre, accorpandole, il numero delle Regioni? 433 i sì; 92 i no.

Quesito 3 - Come si tengono assieme la tutela delle identità locali e l’efficienza dei servizi ai cittadini in una Regione come la Lombardia, in cui 1.064 Comuni su 1.531 (il 69,5%) hanno meno di 5mila abitanti? I sostenitori dell’Unione di Comuni sono stati 173; in 338 si sono espressi per la fusione dei Comuni; 29 ritengono che non sia utile alcun cambiamento.

Quesito provinciale - Le vecchie province sono state superate dalla Legge Delrio e verranno abolite con Riforma costituzionale. La Legge Delrio dice che verranno creati nuovi ambiti omogenei. In questo contesto come vedi il futuro del territorio comasco? La proposta di un nuovo ambito omogeneo che comprenda le attuali province di Como, Lecco e Varese è stata sostenuta da 345 votanti; nuovo ambito omogeneo che comprenda le attuali province di Como, Lecco, Varese e Monza/Brianza da 147 votanti; i fautori dell’attuale status quo sono stati 49.

© RIPRODUZIONE RISERVATA