«Così è morto l’onorevole Buonanno»  Parla il testimone dell’incidente
incidente pedemontana mozzate altra auto coinvolta

«Così è morto l’onorevole Buonanno»

Parla il testimone dell’incidente

Il racconto dell’albergatore di Lenno centrato dall’auto dell’europarlamentare della Lega Nord nell’incidente di domenica sulla Pedemontana

E’ un albergatore di Lenno, Alberto Cetti, l’uomo investito dall’auto di Gianluca Buonanno domenica sulla Pedemontana. Cetti racconta in esclusiva a “La Provincia” che cosa è accaduto nell’incidente costato la vita al sindaco di Borgosesia ed europarlamentare della Lega Nord.

«Mi sono accorto di aver bucato. Sono sceso sulla corsia d’emergenza e ho subito notato che la ruota era “cotta”. Così ho fatto scendere i due occupanti che stavo portando all’aeroporto di Malpensa, che si sono posizionati oltre il guard-rail ed ho chiamato attraverso mio fratello che si trovava in albergo l’assistenza. Ho rispettato i protocolli - aggiunge Cetti - Da quando sono risalito in macchina al momento del “botto” saranno passati 30 secondi. Ho capito che qualcuno aveva centrato la mia auto».

Toccherà ora alla Procura di Busto Arsizio ricostruire l’accaduto. Gianluca Buonanno aveva trascorso la giornata sul lago. E si era intrattenuto, dopo la messa, con don Luca Giansante, parroco di Tremezzo e Griante con il quale aveva scattato una fotografia. L’ultima testimonianza di un pomeriggio felice diventato tragico. (servizio di Marco Palumbo)


© RIPRODUZIONE RISERVATA