Donazione di osso, campagna al Sant’Anna

Donazione di osso, campagna al Sant’Anna

Una possibilità poco conosciuta ma importante per tanti pazienti

“Non buttare il tuo osso, donalo!”. Questo il titolo della campagna informativa sulla donazione di tessuto muscolo-scheletrico promossa dal Coordinamento locale prelievi e trapianti.

L’iniziativa è stata presentata stamattina all’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia alla presenza del direttore sanitario Giuseppe Brazzoli, con la responsabile del Coordinamento locale prelievi e trapianti di organi e tessuti per la provincia di Como Mariangela Ferradini, il primario di Ortopedia e Traumatologia Vincenzo Zottola, la responsabile della Banca regionale dell’osso dell’ospedale Gaetano Pini Maristella Farè e una rappresentanza del gruppo di lavoro aziendale che si è occupato della tematica.

La donazione di tessuto muscolo-scheletrico da paziente vivente può essere effettuata - spiega Ferradini - da persone che non abbiano superato gli 80 anni e che, per motivi traumatici (fratture) o per patologie degenerative (artrosi), vengono sottoposte a un intervento chirurgico con cui gli viene asportata una parte del proprio osso. Ad esempio, la testa del femore, che viene poi sostituta con una parte artificiale. L’osso tolto, che di norma viene sempre buttato, può essere invece donato e utilizzato in campo chirurgico per altre persone per un innesto (trapianto) osseo.

Su La Provincia di mercoledì 25 marzo un servizio dettagliato nelle pagine dedicate alla sanità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA