Droga a scuola e in centro.  Spaccio organizzato via Facebook
La serra scoperta a Rebbio dai militari della Guardia di Finanza

Droga a scuola e in centro.

Spaccio organizzato via Facebook

Operazione della Guardia di Finanza: perquisizioni in via Di Vittorio e via Venturino I messaggi in Internet: “Pokemon verde” per la marijuana, il “libanese” era l’hascisc

Utilizzavano Facebook per organizzare lo spaccio all’esterno delle scuole superiori di Como, nei parchi pubblici e nelle piazzette del centro. Con quel “Pokemon verde” che in codice stava a indicare la marijuana

Sono 41 , dei quali 3 minorenni, i giovani denunciati a piede libero per lo spaccio di droga tra giovani. L’operazione denominata “Bad boys”, ragazzi cattivi, è stata conclusa dalla Guardia di Finanza di Como, che ha effettuato anche 36 perquisizioni e sequestrato oltre mezzo chilo di sostanza stupefacente. Senza contare che è stata trovata anche una serra per la coltivazione della marijuana.

L’attività del gruppo di giovani, alcuni diventati maggiorenni durante i due anni di indagini, si sono concentrate nella zona di via Di Vittorio e via Venturino a Rebbio.

Le segnalazioni sullo spaccio erano arrivate da commercianti, residenti e da dirigenti scolastici delle scuole superiori e, in alcune occasioni, da genitori preoccupati

Così sono stati individuati i vari punti di spaccio, non solo a Rebbio dove aveva la “base” il gruppo di giovani, ma anche in centro città, nei giardini pubblici e, soprattutto, fuori dalle scuole superiori.

Alla fine, grazie alle perquisizioni effettuata dalla Guardia di Finanza, sono stati sequestrati, 350 grammi di marijuana, 200 grammi di hascisc, una dose di cocaina, 7 funghi allucinogeni, 4 francobolli intrisi di Lsd, 10 bilancini di precisione, strumenti per il taglio e il confezionamento, circa 400 euro in contanti e 60 tra smartphone e tablet.


© RIPRODUZIONE RISERVATA