Domenica 12 Ottobre 2014

Elezioni Provincia di Como

Maria Rita Livio

è il nuovo presidente

Ma per poche schede

Como Villa Gallia seggio elettorale per il nuovo Consiglio Provinciale
(Foto by Carlo Pozzoni)

Maria Rita Livio, sindaco di Olgiate Comasco del Pd, è il nuovo presidente della Provincia di Como. La Livio ce l’ha fatta ma non è stata una passeggiata perché ha staccato Andrea Maspero, sindaco di Pusiano, candidato da Forza Italia e Lega Nord. Il distacco finale è stato di mille punti. A Maspero 40.610 punti, a Livio 41.819 punti. Uno scarto che equivale a tre voti di consiglieri dei grandi Comuni (Como e Cantù).

Si tratta di un soffio, sicuramente non si tratta di risultati favorevoli al Pd e al centrosinistra che sulla carta contavano su un dato notevolmente superiore.

Prima battuta di Maria Rita Livio: «Soddisfatta per la vittoria arrivata dopo una sfida agguerrita, lavorerò per tutti». Maspero dal canto suo ha sottolineato : «Sono arrivato a un passo dalla vittoria, ho fatto di tutto per rendere incerto il risultato, esco sconfitto ma a testa alta».

Il racconto dello scrutinio nella nostra diretta web

Urne chiuse Seggi chiusi a Villa Gallia. L’ultimo a votare è stato il consigliere di Montano Lucino Davide Orel. Al seggio centrale hanno votato 706 amministratori su 876 con un affluenza dell’80%. Affluenza dell’80% anche al seggio 1 (677 su 878 votanti).

Dati ufficiali forniti dell’ufficio stampa di Villa Saporiti. In totale hanno votato 1.383 su 1.747 aventi diritto, pari al 79,64%.

Ma i dati risultano errati. Il numero degli aventi diritto è infatti 1744. I dati corretti sono quindi: 1383 votanti su 1744, pari al 79.29%

Iniziato lo spoglio

Ore 20.14 Attesa a Villa Gallia arriva il segretario provinciale di Forza Italia Alessandro Fermi

Ore 20.38 Prime indiscrezioni al seggio centrale schede grigie (Comuni da 5001 a 10.000 abitanti): in vantaggio Maspero 67 a 53

Ore 20.42 Maria Rita Livio del Pd in rimonta nei Comuni più grandi

Ore 20.45 Al seggio centrale scrutinate le schede verdi (Como e Cantù) e grigie Livio in vantaggio sulle verdi e Maspero sulle grigie (metà delle schede)

Ore 20.49 Al seggio 1 scrutinio a rilento dei microcomuni (schede azzurre)

Ore 20.56 Maspero in vantaggio anche sulle schede arancioni (Comuni tra i 3001 e i 5000 abitanti)

Ore 21 Al seggio due imbarazzo per una scheda, ovviamente nulla, recante improperi

Ore 21.04 Commento a caldo di Alessandro Fermi, segretario provinciale di forza Italia: «Scrutinio partito dai centri maggiori dove la Livio è in vantaggio. Un dato che non mi sorprende, siamo indietro di 3mila voti che contiamo di recuperare nei piccoli comuni»

Ore 21.07 Schede verdi (Como e Cantù): 26 schede (9.256 punti) per Maria Rita Livio e 17 schede (6.052 punti) per Andrea Maspero

Ore 21.11 Schede blu al seggio 1 (microcomuni al di sotto dei tremila abitanti). Maspero 217 schede (4457 punti) e Livio 134 (2818 punti)

Ore 21.17 Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd: «Partita molto equilibrata»

Ore 21.18 Il dato di Erba: Maspero 14 schede (2.408 punti) e Livio schede 3 (516 punti)

Ore 21.23 Risultato schede arancio (Comuni da 3001 a 5000) al seggio 1: Livio avanti con 87 schede (4698 punti). A Maspero 44 schede (2376 punti)

Ore 21.38 Maria Rita Livio nuovo presidente. Ma scarto limitato: solo un migliaio di punti

Ore 21.45 Dati definitivi: a Maspero 40.610 punti, a Livio 41.765 punti. Uno scarto che equivale a tre di voti di consiglieri dei grandi Comuni (Como e Cantù)

© riproduzione riservata