Como, figli da “posteggiare”. I centri estivi aprono ai più piccoli

Como, figli da “posteggiare”. I centri estivi aprono ai più piccoli

In campo sia il Comune sia diversi enti privati, offerte anche per i tre anni e costi per tutte le tasche. I più economici i Grest parrocchiali, in cui bastano 10 euro

Finisce la scuola, partono i centri estivi e i grest. In tutta la città ci sono più di quaranta attività, a partire da quelle proposte dal Comune e realizzate assieme alle cooperative. Sei i gestori che hanno risposto alla chiamata, quattro in più dell’anno scorso ,quando furono soltanto due.

Una novità: ci sarà spazio anche per i bambini dai tre anni, per esempio alla scuola dell’infanzia di Trecallo (dal 3 agosto) e alla primaria di Montelungo (dal 6 luglio).

La mappa dei centri estivi a Como copre in ogni caso un territorio molto più vasto rispetto al 2014. Dal 15 giugno partono giochi e laboratori fino ai 14 anni alla scuola primaria di Tavernola, dove il tema prescelto è quello di Ulisse: bambini e ragazzi si preparino a viaggiare.

Per tutte le tasche

Anche nella primaria di via Isonzo si parte il 15, stessa data in via Fiume e in via Giussani. In via Cuzzi dal 29 giugno le culture diverse giocano insieme, nella primaria di Lora invece la protagonista dal 1 luglio è la lumaca, meglio trascorrere l’estate con lentezza senza rincorrere la società che va di fretta.

I costi sono in linea con le rette dell’anno scorso, più elevati però rispetto alla gestione del passato, direttamente in capo al Comune.

Con 80 euro di tariffa settimanale Anteas servizi, società impegnata nel centro estivo di via Cuzzi, è la più conveniente. I più cari, con 105 euro, sono gli animatori di Lora, la cooperativa Arti e mestieri, peraltro, nel piano tariffario non ha previsto agevolazioni di alcun tipo, per esempio per l’iscrizione dei fratelli minori.

Il Comune però garantisce sconti ed esenzioni fino ad un tetto di dichiarazione Isee pari a 20mila. Per contatti centriestivi@ comune. como. it. Ogni centro ed ogni cooperativa ha tempi, luoghi e modalità di iscrizione differenti: la cosa più semplice è scrivere una mail ai gestori, come indicato nella tabella accanto. Ma il mondo dei centri estivi non finisce qui. Con la volontà di educare e non solo di prestare un servizio alle famiglie, venti oratori a Como si stanno preparando per il Grest.

Gli esempi sono davvero troppi. Citiamo comunque parrocchie come quella di Sant’Agata perché il costo a settimana è davvero risibile, 10 euro, oppure San Bartolomeo con 20 euro.

Sul quotidiano La Provincia in edicola giovedì, l’elenco completo delle proposte estive per i ragazzi


© RIPRODUZIONE RISERVATA