Fino è arancione  Contro il razzismo
1Due studentesse mostrano uno dei tantissimi festoni che in questi giorni stanno campeggiando in paese. 2 La bandiera che sventola dal balcone del municipio 3 La dirigente Raffaella Piatti

Fino è arancione

Contro il razzismo

L’iniziativa durerà una settimana.

Parte dai 1400 studenti del paese

.

Per una settimana Fino Mornasco si veste d’arancione per combattere il razzismo. Passando per gli uffici comunali, per la biblioteca, per le scuole, fino a domenica sarà facile notare fiocchi di color arancio appesi ovunque.

Gli oltre 1400 bambini dell’istituto comprensivo finese hanno attaccato alle finestre delle loro camerette un volantino, sempre della medesima tinta. E tutti, al polso, hanno un braccialetto arancione. Durante questa settimana le scuole e il Comune hanno organizzato tante iniziative tese all’integrazione.

«Siamo impegnati a combattere i pregiudizi – spiega Marisa Reghenzani, assessore ai servizi alla persona – abbiamo cominciato con tanti piccoli segnali. Sui tabelloni del Comune, per esempio, ogni giorno passerà una frase diversa, una citazione. Tra quelle scelte ci sono anche pensieri di Gandhi e di Bob Marley. In tutti gli uffici comunali ci saranno braccialetti e fiocchi a disposizione cittadini, in un piccolo stand che verrà replicato sabato e domenica durante l’appuntamento del Fondo ambiente italiano a villa Raimondi e a villa Mambretti. Una bandiera arancione sventola già fuori dal balcone del Comune. C’è scritto: no al razzismo».

L’articolo completo sul giornale in edicola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA