Lunedì 23 Giugno 2014

Fino, ok all’Esselunga

«Timori per il traffico»

L’area in cui sorgerà la nuova Esselunga

Esselunga: progetto adottato, ma il nuovo supermercato aumenterà il traffico in via Risorgimento.

Il consiglio comunale ha dato il via libera alla costruzione del nuovo centro della grande distribuzione. Rossella Pera, consigliere di minoranza, ha il timore che la viabilità con il supermercato andrà in tilt.

«Lo studio viabilistico prevede due nuove rotonde – spiega la capogruppo della lista L’alternativa – una all’uscita dell’autostrada e una di fronte alla ditta Vidale. Sono rotatorie che presentano due corsie in uscita, ma solo una in entrata. Temo l’effetto imbuto e ho paura per le code: sulla stessa via c’è il passaggio a livello ferroviario».

Tutti i dubbi sono stati respinti al mittente dal sindaco Giuseppe Napoli, che così replica: «I problemi ci sono, ma mitigheremo l’impatto del traffico. Già oggi su via Garibaldi il traffico giornaliero arriva a 40mila veicoli. I numeri supposti dalla consigliera sono approssimativi, il docente del Politecnico Vincenzo Curti ha ricalcolato i flussi a livello sovracomunale. In più le due rotatorie, all’uscita dell’autostrada e su via Martelletto, saranno potenziate con il doppio senso di marcia su via Risorgimento fino ad arrivare all’incrocio con via Guanzasca». Non bastasse il Comune promette di sincronizzare i semafori di via Garibaldi con l’abbassamento del passaggio a livello di via Risorgimento, un sistema elettronico valuterà l’effettiva coda presente.

Insomma la maggioranza fa quadrato intorno al progetto Esselunga sottolineando gli aspetti positivi: niente consumo di suolo, riqualificazione di aree dismesse, liquidità in cassa per realizzare altri progetti, oneri di urbanizzazione per sistemare la viabilità e infine l’aspetto occupazionale: si tratta di 150 lavoratori.

© riproduzione riservata