I negozianti contestano  l’intervento in via Giulio Cesare

I negozianti contestano

l’intervento in via Giulio Cesare

«Pochi posteggi. E non sono stati rispettati gli accordi»

Pochi posteggi e comunque gli accordi non sono stati rispettati. Così afferma Confesercenti, con il presidente Claudio Casartelli. Che se la prende con l’assessore Daniela Gerosa sull’intervento di viale Giulio Cesare.

Punto fermo secondo i commercianti e gran parte dei residenti è che quell’intervento, con una rotatoria europea a “tranciare” la percorrenza del viale (le automobili sulla rotatoria avranno la precedenza sulle automobili in transito lungo viale Giulio Cesare) e la “gimkana” all’incrocio con via Leoni che ne restringe l’imbocco, resta «una follia».

E i commercianti negano che qualcuno si sia mai preoccupato di loro o di chi ci abita prima di stravolgere il contesto che hanno intorno. «Non c’è mai stato modo di avere un confronto - afferma Casartelli - Abbiamo saputo del progetto solo a fine settembre. Incontrando assessore e dirigente ci hanno detto che per il momento potevamo stare tranquilli perché i lavori non sarebbero partiti fino alla fine di ottobre. Dopo due giorni invece sono cominciati».

.


© RIPRODUZIONE RISERVATA