Ibs Forex: sparì dopo la condanna, preso
1La sede della Ibs Forex2 Sandro Tiso3 Il valico del Gaggiolo

Ibs Forex: sparì dopo la condanna, preso

Sandro Tiso deve scontare 4 anni di carcere per il crac della finanziaria di cui era direttore generale
Viveva a Lugano, bloccato nell’appartamento di un’amica ucraina in provincia di Varese

È finito in manette nelle ultime ore Sandro Tiso, uno dei protagonisti della maxi truffa promossa dalla società finanziaria con sede a Como, Ibs Forex, tra il 2006 e il 2009.

Tiso, 46 anni, che aveva patteggiato una pena - passata in giudicato in via definitiva - a quattro anni di reclusione, era il direttore generale della società, travolta da un fallimento che ha fatto evaporare 60 milioni di euro dei clienti. Nel 2010, quando la truffa venne a galla, furono arrestate anche altre sei persone, compresi i vertici della finanziaria.

Tiso è stato preso dai carabinieri della stazione di Cantello: l’ex dirigente, che deve scontare quattro anni per bancarotta fraudolenta, falso documentale e truffa, era ricercato in tutta Italia e da qualche tempo si era trasferito a Lugano, dove - finora - era riuscito a sfuggire all’arresto.

L’inchiesta

Fino a ieri, quando non ha saputo resistere alla tentazione di far visita a un’amica, forse qualcosa di più, più probabilmente una donna con la quale ha avuto una relazione sentimentale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA