Sabato 05 Luglio 2014

In canoa per scordare il carcere

I ragazzi con Antonio Rossi

I ragazzi assieme all’assessore regionale

Una giornata divertente, di certo diversa, per una trentina di ragazzi della Comunità Kayròs di don Claudio Burgio, giovani che hanno affrontato nella loro vita problemi più grandi della loro età e sono finiti nella comunità che a sede a Vimodrone, magari dopo aver frequentato il Carcere minorile Beccaria.

Venerdì l’assessore regionale allo sport e alle politiche per i giovani Antonio Rossi, tre volte oro olimpico, tre volte Campione del Mondo e una volta campione europeo di canoa, li ha accolti a Pusiano nel Centro Kayak portandoli a fare un giro in canoa sul Lago.

«In una visita alla comunità i ragazzi hanno espresso la volontà di poter provare la canoa e io ho voluto invitarli qui, sarebbe stato più comodo portarli all’idroscalo a Milano ma avendo base a Pusiano e conoscendo l’organizzazione ho preferito fargli assaggiare le acque del lago», ha spiegato Rossi.

L’assessore regionale ricorda con piacere l’incontro con i ragazzi della comunità a Vimodrone: «Credo di aver imparato molto da loro, di certo più di quanto hanno imparato loro da me, mi hanno dato dei suggerimenti, basati sul loro vissuto, su come comportarmi da padre».

© riproduzione riservata