Mercoledì 25 Giugno 2014

Inchiesta sulla Polstrada

Scarcerato il vicecomandante

Como inchiesta Polizia Stradale il vice comandante Gianpiero Pisani a sinistra con il comandante Patrizio Compostella
(Foto by Carlo Pozzoni)

Como

È tornato a casa, dopo tre mesi trascorsi in cella, Giampiero Pisani, il vicecomandante della polizia stradale di Como arrestato il 25 marzo scorso.

Il giudice delle indagini preliminari ha disposto ieri la modifica della custodia cautelare per il numero due della polstrada comasca e dunque Pisani, da ieri mattina, si trova agli arresti domiciliari e non più in custodia cautelare in carcere.

Dopo tre mesi, infatti, sono cessati i termini di custodia per quasi tutti i resti contestati a Pisani, tranne che per il peculato. Per quest’ultimo reato, però, il giudice - considerato anche il parere positivo da parte del pubblico ministero - ha deciso che il carcere fosse una misura eccessiva. E quindi Pisani ha potuto far tornare a casa.

Sempre ieri l’ex comandante della stradale di Como, Patrizio Compostella, è tornato in libertà. Il dirigente era ai domiciliari dal 25 marzo scorso e, non essendo stato contestato a lui il reato di peculato, per il quale è indagato il solo Pisani, sono venute meno i termini di custodia cautelare.

L’inchiesta, dal canto suo, non è ancora terminata. Anche se non dovrebbe mancare molto alla chiusura del fascicolo da parte dell’accusa.

© riproduzione riservata