La Lake Como School cresce

E risolverà problemi complessi

In arrivo altre sette nuove scuole

Como

La Lake Como School raddoppia: in arrivo altre sette nuove scuole. Al suo secondo anno di vita la scuola organizzata dal Centro Volta riparte, il 26 maggio il primo appuntamento.

Più di 250 giovani cervelli provenienti da tutto il mondo sono pronti a risolvere problemi complessi alla villa del Grumello fino al primo ottobre.

«Il filo conduttore è la complessità – spiega l’anima del progetto Giulio Casati – L’idea è che le questioni complicate, globali, con tante componenti diverse, debbano essere affrontate sotto più punti di vista, attraverso più approcci e non insegnando una singola materia».

Il paragone del più famoso fisico comasco rende il concetto, dice Casati: «Anche se conoscessi i sentimenti e l’agire di ogni singola persona che compone una immensa folla, non riuscirei mai a spiegare i comportamenti dell’insieme di questa massa di persone». Serve alzare la prospettiva per risolvere i guai del mondo.

Con questa logica la Lake Como School studierà un solo oggetto attraverso il prisma dell’economia, delle scienze sociali, con modelli fisici e matematici. Quest’anno il taglio delle scuole cerca di far luce in particolare sulla medicina.

Dal 26 al 31 maggio si discute di malattie croniche, la prima settimana di giugno di gravità e di fisica quantistica, dal 16 giugno verrà svelato il teorema di Bayes. Il 7 settembre invece la scuola si trasferisce al Casinò di Campione per parlare di teoria dei giochi, a seguire ancora nel Grumello altri corsi sull’evoluzione e la medicina, per chiudere con una malattia crudele come il cancro.

Alla scuola del Centro Volta, sostenuta da Fondazione Cariplo, afferiscono le università dell’Insubria, della Bicocca, degli studi di Milano e di Pavia. Possono però partecipare tutti i ricercatori e dottorandi interessati, inserendo l’esperienza nel proprio percorso di studi. I giovani arrivano da tutto il mondo, come i docenti esperti di settori così specifici.

Il segreto della Lake Como School è proprio la sua specialità: è difficile trovare temi così complessi in un singolo ateneo, servono più professori preparati, un luminare potrà insegnare in Giappone, un altro in America. Como e il Centro Volta servono a loro come punto di incontro. n S.Bac.

© RIPRODUZIONE RISERVATA