Mercoledì 10 Settembre 2014

Le giostre sfidano la crisi

Ad Alzate costano un euro

Le giostre rimaste ad Alzate dopo la Fiera della Madonna di Rogoredo
(Foto by Bartesaghi)

Quale sia il motivo, i giostrai non lo nascondono. «Abbiamo deciso di partire con la promozione sulle nostre attrazioni proprio per contrastare la crisi - racconta Giovanni Badoer - Perché quando c’è la fiera, il pubblico non manca. Ma senza le bancarelle, bisogna inventarsi qualcosa».

Quindi, via con la grande offerta speciale da paese dei balocchi: su quasi tutte le giostre, fino a domenica, di giorno e di sera sarà possibile salire al prezzo stracciato di 1 euro a biglietto.

Ma, in tempi in cui si può giocare anche sul palmo di un cellulare, non basta più l’attrattiva. Quindi, giù con i costi.

«La promozione a 1 euro a cui abbiamo pensato - prosegue Badoer - è valida ad esempio per le autopiste, le giostre, il “calci”, il tappeto volante. Praticamente tutte le attrazioni. Quelle speciali, dove il prezzo è di 3 euro e 50 centesimi, avranno un forte sconto di 1 euro e 50: si pagherà soltanto 2 euro».

«Non potevamo fare sconti di nessun genere, invece, su attrazioni come i fucili per il tiro a segno. Una raffica di mitra costa tra i 17 e 18 euro, non poteva avere senso proporla a 1 euro», spiega Badoer, il quale si occupa del tappeto volante Crazy Surf. Il popolo delle giostre è una grande famiglia che non può permettersi cali di mercato.

© riproduzione riservata