Nessuno vuole l’ex Touring  Quarta asta deserta a Lanzo
Vicenda infinita per il touring

Nessuno vuole l’ex Touring

Quarta asta deserta a Lanzo

Il sindaco: «Decisi a venderlo, faremo uno sconto del 10 per cento»

La partenza era di 980mila euro. Ma ne servirebbero altrettanti per rimetterlo a nuovo

Asta deserta venerdì mattina in municipio per la vendita dell’Albergo comunale Touring.

L’esecutivo aveva deciso per l’alienazione della struttura demaniale , tra favorevoli e contrari .e un acceso dibattito tra la popolazione .

A novembre a dire sì era stato il consiglio comunale. L’immobile era stato inserito nell’elenco ufficiale dei beni alienabili. Il prezzo a base d’asta era di 980 mila euro In attesa dell’iter burocratico anche per la prossima stagione estiva il Balcone d’Italia inserito dal Fai tra i «Luoghi del Cuore», sarà ancora a due facce : da un parte la vetta riqualificata e funzionale realizzata dagli svizzeri, dall’altra quella italiana con gli interventi sempre in calendario e continuamente differiti a data da destinare.

Fortunatamente un chiosco in legno a ridosso del Balcone d’Italia accoglie e da ristoro a centinaia di turisti e villeggianti che salgono in Vetta da ogni parte del mondo per ammirare un panoramico unico in tutta la Lombardia.

« A giorni sarà pubblicato un nuovo bando per la vendita del Touring. -Conferma il sindaco Enrico Manzoni-. Siamo decisi faremo uno sconto che non andrà oltre il dieci per cento»

Ampio servizio su la Provincia in edicola domenica 7 giugno


© RIPRODUZIONE RISERVATA