Nuova viabilità a Cantù  I negozianti dicono no
1 Coda in Pianella 2 Giorgio Cattini3 Claudio Bizzozero (Foto by archivio)

Nuova viabilità a Cantù

I negozianti dicono no

Bocciato il Piano urbano del traffico: «Il centro pedonale e i pochi parcheggi ci faranno chiudere». Il sindaco: «Nulla di deciso, valutiamo la sosta gratuita al sabato». Confermata la Fecchio-via Arconi

Nulla è irrimediabile. Eccetto la morte. E il rifacimento di piazza Garibaldi. Che non verrà riaperta alle auto. Nuovo motto coniato lunedì sera nel corso della presentazione pubblica del piano urbano del traffico andata in scena al salone dei convegni di piazza Marconi, che segna decisamente l’approdo a un approccio molto cauto da parte dell’amministrazione comunale: quelle presentate sono idee, ma non è detto che debbano venire attuate né che, se lo si facesse, non si possa poi tornare indietro.

Anche perché le critiche da parte dei cittadini e soprattutto dei commercianti sono molte e decise. E Giorgio Cattini, tra i volti più noti tra gli esercenti di via Matteotti, ha fatto capire chiaramente che l’idea di chiudere il centro al traffico la notte e nel fine settimana non piace: «Non è il momento di fare esperimenti, il centro si sta svuotando, sta morendo».

Mesi di prova della ztl, insomma, potrebbero essere per molti sinonimo di chiusura definitiva. Tanto che l’amministrazione ha annunciato la volontà di andarci cauta e, nel caso, di proporre la sosta gratis nei parcheggi a ridosso del centro il sabato, ovviamente introducendo il disco orario.

Confermata l’intenzione di realizzare la tangenzialina Fecchio-via Arconi, mentre anche i residenti sollevano numerose obiezioni. E c’è chi rischia di ritrovarsi a percorrere due chilometri in più per andare da casa propria al parcheggio.

Tutti i dettagli e le osservazioni sul giornale in edicola mercoledì 18 febbraio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA