Martedì 01 Luglio 2014

Papà morto in Svizzera

Si cercano testimoni

Maurizio Manassi

Si cercano testimoni per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente costato la vita a Maurizio Manassi, 48 anni, frontaliere di Dongo.

L’appello arriva direttamente dalla Polizia Cantonale: «In relazione all’incidente mortale avvenuto il 23 giugno verso le 17.35 a Gandria dove ha perso la vita un 47enne motociclista comasco, la Polizia cantonale è alla ricerca di testimoni».

Il riferimento è al terribile scontro costato la vita al muratore frontaliere sposato e padre di due figlie ancora in tenera età.

«In particolare - sostiene la Polizia - si cerca il conducente dell’automobile che circolava dietro il motociclista nonché le persone presenti al momento dell’incidente e nei minuti immediatamente successivi. Queste persone sono pregate di contattare la Polizia cantonale allo 0848 25 55 55».

Manassi viaggiava in sella a uno scooter. Secondo una prima ricostruzione era caduto all’interno di una galleria in prossimità della frontiera; un’auto che proveniva in senso contrario non era riuscita ad evitare il corpo stesso a terra. Inutili la corsa in ospedale e i tentativi disperati tentativi di mantenerlo in vita. L’uomo era morto poche ore dopo nonostante i tentativi dei medici di rianimarlo.

Proprio alla luce della dinamica diventa importante la testimonianza del conducente dell’automobile che si trovava proprio alle spalle di Manassi e che avrà certamente visto l’intera scena. Nella concitazione del momento, presumibilmente, la sua testimonianza non è stata raccolta.

© riproduzione riservata