Lunedì 30 Giugno 2014

Rebbio, il Brasile è qui

In campo 13 squadre

1 Due formazioni di Marocco e Salvador nel corso dell’edizione dello scorso anno

Como

A Como c’è un piccolo angolo di mondo in cui la parola “sport” riesce ancora a mantenere il suo significato originale di “divertimento gratuito”.

Al di là della competizione, delle cerimonie e dei risultati, grazie all’impegno di un gruppo di volontari che ruotano intorno alla parrocchia di Rebbio, lo sport, e soprattutto il calcio, sono diventati un veicolo privilegiato di accoglienza, di solidarietà e di integrazione.

Un modo per creare comunità, per abbattere le differenze ed instaurare legami, che anche quest’anno, per la quarta volta consecutiva, troverà spazio grazie al “Torneo serale delle Nazioni”, un torneo di calcio a 6 giocatori che si disputerà al campo Zambrotta di Rebbio (via Lissi 11) da oggi fino al 13 luglio.

Le partite, che si giocheranno dalle 20.30 alle 22.30, hanno il sostegno della parrocchia di Rebbio e di “Play on the Lake”, associazione di giovani under 30 che dal 2007 è impegnata nella promozione dello sport come strumento di relazione e di crescita.

Socializzazione e solidarietà

«L’idea di realizzare un torneo delle Nazioni è stata di don Giusto Della Valle - spiega Mauro Borghi - L’obiettivo è quello di creare una comunità viva attorno all’oratorio dove chiunque possa trovare il suo spazio ed entrare in relazione con gli altri. Rebbio è un quartiere dove convivono molte nazionalità diverse, e il calcio è un modo per metterle a confronto e coinvolgere tutti». Il torneo infatti è gratuito, e l’unico vincolo per partecipare è quello di avere più di 16 anni.

© riproduzione riservata