Giovedì 08 Agosto 2013

Rissa, poi speronati

Una denuncia per 6

Como

Rissa, poi l’inseguimento. Ma non basta: un’auto sperona l’altra e alla fine intervengono i carabinieri per calmare le acque.

Una notte decisamente agitata, quella tra martedì e ieri, tra via Pasquale Paoli e piazza Cavour. Il bilancio conclusivo parla di 6 denunce per rissa, alle quali si aggiunge un altra denuncia per guida in stato di ebbrezza.

L’episodio risale attorno alle 3 di notte, quando i carabinieri del Radiomobile di Como sono dovuti intervenire in piazza Cavour, in quanto era stata segnalata una donna ferita a causa di una lite con il fidanzato. In effetti i militari hanno trovato la giovane, originaria dell’Equador, con qualche taglio superficiale ma in condizioni non gravi. Proprio mentre si accertavano delle condizioni dell’extracomunitaria, sono sfrecciate ad altissima velocità sul lungolago due automobili, una Mitsubishi Colt, con a bordo cinque persone, e una Mercedes Classe A.

I carabinieri sono saliti in auto e sono partiti, per vedere di rintracciare e fermare le due automobili.

Nel frattempo, la Mercedes aveva speronato la Colt, ma il conducente della Mitsubishi, un turco, che aveva visto la pattuglia dei carabinieri, è riuscito a fare una inversione a “U”, per tornare dai carabinieri e cercare “salvezza”.

Così in piazza Cavour, anche con l’aiuto della pattuglia della stazione di Faloppio di passaggio nella zona, i carabinieri hanno bloccato le due automobili. Sulla Colt viaggiavano due turchi, un albanese, un rumeno minorenne e una donna originaria della Sicilia. Sull’altra auto, la Classe A, c’era invece un comasco di 43 anni, palesemente ubriaco.

© riproduzione riservata