Sabato 26 Aprile 2014

Ristorante in piazza Roma

Nonostante la Ztl

Il palazzo Branda Castiglioni

Como

Sorpresa, in attesa che il Tar decida sulla legittimità dello stop alle auto, in piazza Roma arriva un segnale di tendenza opposta alla fuga, perlomeno paventata, dei commercianti.

Già perché tale è il trasloco all’interno del quattrocentesco Palazzo Branda Castiglioni, lì dove i comaschi con i capelli grigi ricordano la sede della Sip, di uno dei ristoranti più noti della città, l’unico stellato da Michelin.

«Sono due anni che stiamo dietro a questo progetto e per noi entrare in una sede così importante a pochi metri dal Duomo e da piazza Cavour è un vero e proprio sogno» spiega Silvio Banchi, maitre de “I tigli a lago”, oggi in via Coloniola. Il trasloco inizierà nei prossimi giorni, ma solo dal 15 maggio la brigata guidata dallo chef Franco Caffara inizierà a lavorare a pieno regime nel nuovo locale che si chiamerà “I tigli a lago in theoria”, a segnare, anche nel nome, la fusione del ristorante di Sant’Agostino con quella che già occupa una parte dello storico palazzo di piazza Roma.

E i disagi per la Ztl? «La limitazione al traffico è un ostacolo ma contiamo di farcela lo stesso - dice Sedat Aydilek, sous chef de “I tigli a lago - complicherà il lavoro dei fornitori ma soprattutto crea qualche problema per i clienti, l’unico grande parcheggio nella zona è quello del Valduce, a piedi in piazza Roma ci passa pochissima gente». Il ristorante non avrà tavolini in piazza anche perché al centro del palazzo c’è un cortile /giardinetto. In ogni caso, il nuovo vicino di casa dà un segnale di speranza agli altri commercianti della zona che dovranno aspettare ancora un bel po’ prima di assistere alla riqualificazione della zona.

© riproduzione riservata