Martedì 16 Luglio 2013

Sale gioco: è legittimo

imporre l’orario corto

Le sale gioco non possono restare aperte tutta la notte e devono invece sottostare alle regole e ai contenuti perchè vanno tutelate «la sicurezza, l’incolumità e la moralità pubbliche». Il Consiglio di Stato ha dato ragione al Comune di MIlano che aveva imposto la chiusura all’una di notte e l’apertura non prima delle dieci del mattino. Il motivo, l’impatto sociale delle sale gioco che, per questo, non possono essere trattate alla stregua di qualsiasi attività commerciale che gode della liberalizzazione degli orario, grazie al decreto Bersani.

La decisione del Consiglio di Stato fa seguito al ricorso di una grande sala giochi che aveva vinto un ricorso al Tar, contro l’ordinanza emanata dal Comune per mettere un limite agli orari delle sale gioco e delle sale scommesse. Il Consiglio di Stato ha ribaltato la decisione del Tar e da oggi il Comune potrà imporre la chiusura anticipata delle tante sale gioco, aggiungendo questo strumento agli altri che si stanno mettendo a punto per combattere la malattia del gioco.

© riproduzione riservata