Sconto gasolio  Da oggi le nuove carte  Ecco come fare

Sconto gasolio

Da oggi le nuove carte

Ecco come fare

I Comuni si preparano all’attivazione delle tessere

Otto centesimi in meno per i residenti in fascia A

Si parte il primo febbraio: basta avere il codice pin

Tutto però è ora legato al superfranco

Como

Con un mese di ritardo. Ma, finalmente, si partirà. La Regione Lombardia ha comunicato che lo sconto diesel diventerà operativo a partire dal primo febbraio, ma da domani tutti i residenti entro 10 chilometri dal confine con la Svizzera potranno procedere all’attivazione della carta sconto, così da essere pronto quando il risparmio di 8 centesimi al litro potrà essere richiesto nei distributori di benzina abilitati.

Ecco, passo per passo, quello che si deve fare per arrivare pronti all’appuntamento del primo febbraio.La carta sconto altro non è se non la carta regionale dei Servizi, ovvero la tessera sanitaria che si utilizza in farmacia quando si compra un medicinale che si può scaricare dalle tasse oppure quando c’è bisogno di comunicare il proprio codice fiscale.

Da oggi tutti i residenti nella cosiddetta fascia A, ovvero quella entro i 10 chilometri dal confine con la Svizzera, e che hanno un veicolo diesel potranno essere abilitati allo sconto.

Per farlo dovranno rivolgersi al Comune di residenza e chiedere l’abilitazione della propria carta regionale dei servizi a carta sconto gasolio. Una volta verificati i dati del richiedente e del veicolo associato - una verifica che avverrà in tempo reale - la tessera viene abilitata e, nel caso, estesa anche ai componenti del nucleo familiare del proprietario dell’auto diesel.

Per utilizzare la tessera come carta sconto, però, sarà necessario avere anche il pin, ovvero il codice segreto da inserire una volta che ci si presenterà dal benzinaio per pagare. Il pin lo si può richiedere sempre in Comune oppure all’Asl di Como, in via Croce Rossa, o - ancora - al Pirellino, ai lati di viale Varese, in zona Crocifisso.

Tutto però ora è messo in discussione dal superfranco dopo la decisione della Banca nazionale svizzera di togliere il tetto di cambio con l’euro. Visto che la carta sconto si basa sulla differenza di prezzo, un aumento del combustibile oltre confine la vanificherebbe.


© RIPRODUZIONE RISERVATA