Sabato 07 Dicembre 2013

Spaccate nei negozi,

allarme in centro

La vetrina spaccata. Un’altra. È la settima in pochi giorni. Furti a raffica in città, con i negozi, in particolare i bar, che sono finiti nel mirino dei ladri.

Il conteggio è arrivato a sette: tanti sono gli esercizi commerciali, bar e fast food presi d’assalto dai ladri, a colpi di porfido o di mazza. Nessuno dei negozi era munito di allarme.

L’ultimo colpo è avvenuto al “Caffetteria con ristoro by Cristina” di via Santo Garovaglio al 37, come raccontato dal titolare Walter Trumino: «Sono arrivato alle 6 per aprire e mi sono trovato questa brutta sorpresa - racconta - La vetrina era stata presa a colpi di mazza: per fortuna abbiamo messo un vetro antisfondamento che ha retto l’urto e quindi i ladri non sono riusciti a prendere nulla».

«La sera prima avevo chiuso alle 19, come di consueto. Avevo appena finito di allestire la vetrina con alcuni liquori e delle grappe speciali, in vista del Natale. Non ho macchinette e slot, per questo i ladri non avrebbero trovato molto all’interno, da rubare. Credo piuttosto che sono stati attirati dalle bottiglie in bella vista in vetrina. Ho saputo anche degli altri furti...».

Un po’ sconsolato, Trumino ha presentato denuncia ai carabinieri della stazione di Como e ha poi chiamato il fabbro per far sistemare la porta a vetri. Prima che qualche altro ladro abbia voglia di provare ad entrare nel bar di via Santo Garovaglio.

Si tratta del settimo locale dove i ladri hanno cercato di entrare. La notte peggiore è stata quella tra domenica e lunedì, dove si sono registrati tre furti riusciti e uno tentato, a cui si era aggiunto un quinto colpo messo a segno lunedì tra mezzogiorno e mezzo e le tredici e trenta, in questo caso a Muggiò.

Dapprima era stata presa a sassate la vetrata del fiorista Habitat Verde di via Regina Teodolinda, vicino a Sant’Abbondio, dove i ladri avevano causato vari danni, senza però riuscire a prendere nulla. Poi era stato colpito un negozio da parrucchiere in via Magenta, dove avevano spaccato la vetrina per rubare shampoo e altri prodotti cosmetici per circa 250 euro di valore. Subito dopo malviventi in azione al fast food Chicken Tell di via Milano alta. La tecnica era sempre quella: sassate contro la vetrina e via con soldi e buoni pasto, oltre che con un pc. L’ultimo colpo al bar Ali Babà e i 40 panini, di via XX Settembre, dove sono sparite varie bottiglie di birra e 200 euro. E lo stesso locale è stato visitato nella notte tra martedì e mercoledì.

Lunedì in pausa pranzo l’altro furto, questa volta in via Canturina al Garden di Muggiò: rubati vari macchinari.

Como

© riproduzione riservata