Mercoledì 03 Settembre 2014

Dal Comune spazi ai writers

Como, la città si divide

Como- Spazi pubblici ai writers anche per fermare i vandali

Dodici spazi dove i writers potranno dare sfogo alla loro creatività. Li ha stabiliti il Comune, assieme a un albo per i giovani che vogliono realizzare graffiti in città. Per iscriversi bisogna fare domanda e verranno escluse opere offensive o pubblicitarie.

Una scelta che divide. Applaude l’artista Pierpaolo Perretta: «Si apre la strada a una nuova creatura creativa. Mi piangerebbe far colorare il Valmulini».

La pensa diversamente Anna Ballerini, presidente di “Per Como pulita”: «I vandali andranno avanti come prima».

OGGI SUL GIORNALE I DETTAGLI, I COMMENTI E L’ELENCO DEGLI SPAZI

© riproduzione riservata