Martedì 05 Agosto 2014

Tavernerio, il pane anticrisi
«Costa poco e va a ruba»

Eleonora Volontè con il pane “anticrisi” in vendita nel suo negozio

Gli effetti della crisi economica si sentono e a Tavernerio prende piede il pane anticrisi. A inventarsi il nuovo prodotto è stato il “Pane dei Volontè” di via Provinciale.

Eleonora Volontè spiega: «La crisi purtroppo colpisce duro: ce ne accorgiamo, soprattutto nella seconda parte di ogni mese. Ci è sembrato quindi giusto venire incontro a chi ha difficoltà, proponendo questo pane molto semplice e poco lavorato, che risulta morbido e che, devo dire, oltre al prezzo conquista anche i palati delle persone che amano pane morbido con tanta mollica».

La titolare sottolinea che non è assolutamente un pane di second’ordine, ma solamente meno lavorato, venduto a un prezzo calmierato: 2,80 euro al chilogrammo, contro i 3,70/4,20 euro al chilo. Se ne vendono circa 20 chili al giorno.

© riproduzione riservata