Domenica 18 Maggio 2014

«Treno a vapore da Milano a Como

porterebbe turisti e visitatori di Expo»

1L’arrivo di Davide Van De Sfroos a Como Lago su un treno a vapore per promuovere uno dei suoi dischi 2 Il macchinista, Ghioldi propone i treni a vapore per l’Expo

Como

L’idea era quella di portare i visitatori di Expo indietro nel tempo con un treno a vapore. Un treno diretto ogni volta in una stazione diversa per far conoscere il territorio.

Una volta a Como, una volta a Lecco, una volta a Sondrio e le altre volte nelle restanti province.

«Ci hanno risposto: perché mai dovremmo investire nei treni se possiamo investire nei bus? Che vuol proprio dire non aver capito niente». Silvio Cinquini , bergamasco, è il presidente di Ferrovie turistiche italiane, il papà di Treno blu. Da 21 anni lui e altri volontari fanno viaggiare un treno a vapore su un binario recuperato tra Bergamo e il lago di Iseo.

Sa quindi di cosa parla quando commenta l’intervento dell’architetto Roberto Ghioldi che ieri, su L’Ordine, suggeriva di prendere le vecchie carrozze arrugginite abbandonate a Tirano e inaugurare un treno a vapore da Milano a Como-Lecco. Solo che bisognerebbe prendere le carrozze giàsistemate -dice .- e comunque il servizio ha un costo alto, bisogna trovare finanziamenti come fanno a Siena e a Trento.

© riproduzione riservata