Valle Intelvi, aperto l’hub di San Fedele  Valentino, 98 anni: «Vaccinatevi»
Medici e anziani al centro di San Fedele (Foto by Selva)

Valle Intelvi, aperto l’hub di San Fedele

Valentino, 98 anni: «Vaccinatevi»

Fino a venerdì 9 aprile attesi 619 over 80 di 12 Comuni

Sono iniziate spedite mercoledì 7 aprile le prime vaccinazioni anti Covid all’hub allestito all’oratorio di San Fedele Intelvi. Una maratona di 3 giorni fino a venerdì 9 aprile a cui hanno aderito 12 dei 13 Comuni iniziali; Sala Comacina alla fine ha infatti deciso di fare vaccinare altrove gli over 80. Sono dunque 619 in totale gli ultra ottantenni che hanno risposto alla chiamata dei Comuni di residenza. La prima persona ad essere vaccinata è stata Enrica Cipolla, classe 1934 di Argegno. Il più anziano a sottoporsi alla dose di Pfizer è stato Valentino Pianarosa di Ponna, 98 anni, accompagnato dal nipote e dal sindaco Gianantonio Sala. «Sono contento di avere avuto la possibilità di essere vaccinato vicino casa- ha detto con voce rassicurante Valentino - Non bisogna avere paura. È il virus che bisogna temere». Altrettanto decisa Marianna Ceschina classe 1929 di Pigra accompagnata dalla figlia. «Sto bene - ha detto dopo aver ricevuto l’inoculazione - Con la vaccinazione contro il Covid , ora spero di poter arrivare a 100 anni».Luciana Butriga 89 anni di Pigra accompagnata dal nipote Mattia, volontario alla Croce Rossa, dispensa consigli a tutti. «Non abbiate paura di vaccinarvi. Io sto bene. Al momento non ho avuto alcuna reazione. Aspetterò tranquillamente la seconda dose». Mercoledì 7 erano previste le dosi per 26 persone di Argegno, 31 di Cerano, 21 di Claino con Osteno, 17 di Dizzasco, 15 di Pigra, 18 di Ponna e 43 di Schignano. Giovedì 8 aprile sono attese 108 persone di Alta Valle Intelvi, 15 di Colonno e 23 di Laino. Venerdì 9 arriveranno a San Fedele i 290 over 80 di Centro Valle Intelvi e i 21 di Blessagno.

(Francesco Aita)


© RIPRODUZIONE RISERVATA