Via Anzani, parco più bello Con i ragazzi di don Aldo
Don Aldo (primo a sinistra), i ragazzi, Silvia Magni e il dirigente Massimo Patrignani (secondo da destra)

Via Anzani, parco più bello
Con i ragazzi di don Aldo

L’iniziativaAl lavoro i giovani della comunità Arca: pulizia e cura del verde

Siglato un accordo con il Comune, torneranno ai giardini tutti i lunedì mattina

Armati di zappe e rastrelli, hanno lavorato di buona lena per sistemare i giardinetti di via Anzani, molto frequentati ma finiti spesso al centro di proteste per la sporcizia e il degrado.

Protagonisti della mattinata di ieri alcuni ragazzi ospiti della comunità Arca di don Aldo Fortunato: sono scesi in campo per il bene della città e - parole dello stesso don Aldo, presente insieme con loro - far vedere ai comaschi «che sanno fare qualcosa di buono». L’iniziativa, che consente agli stessi giovani di recuperare autostima e li aiuta nel percorso per uscire dalla tossicodipendenza, è frutto di un accordo tra l’Arca e il Comune.

Tutto è nato infatti dall’avviso pubblico di Palazzo Cernezzi, predisposto qualche tempo fa per raccogliere la disponibilità di associazioni e altri soggetti del territorio disposti a farsi carico di lavori e piccoli interventi di manutenzione.Una novità voluta dagli assessori Silvia Magni (settore Promozione della partecipazione) e Daniela Gerosa (Parchi, Edilizia pubblica). «Tra gli altri - spiega Magni - ha risposto don Aldo Fortunato, ci ha detto che i suoi ragazzi erano pronti a occuparsi della manutenzione del verde cominciando proprio dai giardini di via Anzani, visto che sono vicini alla sede della comunità in via Statale per Lecco, nell’area del San Martino. In accordo con il settore Parchi abbiamo deciso nel dettaglio i lavori che avrebbero potuto svolgere e oggi (ieri, ndr) li ho visti all’opera con i miei occhi. Sono davvero bravissimi».

Insieme a due referenti dell’Arca, sei giovani si sono rimboccati le maniche per pulire l’area e sistemare il verde.


© RIPRODUZIONE RISERVATA