Villa Geno, riapre anche la piscina   Dopo dieci mesi fine delle trasferte
La piscina di viale Geno ieri: c’è chi si allena in acqua e chi sfrutta il sole per l’ultima tintarella (Foto by butti)

Villa Geno, riapre anche la piscina

Dopo dieci mesi fine delle trasferte

La Como Nuoto ha riattivato la vasca anche se la stagione è ormai arrivata agli sgoccioli - Ma almeno per un po’ le squadre hanno un impianto

Dopo quasi un anno di stop la piscina di viale Geno della Como Nuoto ha riaperto i battenti: la mattina per i soci e, dal primo pomeriggio, per tutte le attività sportive la vasca è finalmente tornata agibile. La fine di un incubo per atleti e appassionati, costretti a trovare alternative per potersi allenare. Un anno fa la vasca chiuse (definitivamente, fino ad ora) a fine novembre, ma ovviamente le condizioni climatiche erano durissime per gli atleti che sperano, di poter tornare a Muggiò.

Quando il presidente della Como Nuoto Mario Bulgheroni potè di nuovo varcare l’ingresso della sede storica - dopo mesi di ricorsi, controricorsi, assegnazione dell’impianto, revoca e riaffidamento e, ovviamente, polemiche con la Pallanuoto Como - escluse in maniera quasi categorica che la vasca sarebbe stata riattivata in questa stagione. L’evoluzione, o meglio sarebbe dire l’involuzione della situazione a Muggiò ha fatto tornare sui suoi passi il consiglio direttivo: da qui il via alla revisione degli impianti per garantire la miglior funzionalità.

Da pochi giorni la sede è tornata quella di sempre, restrizioni-Covid a parte. Nel pomeriggio, spazio a nuoto ed “open-day”. «Saremo disponibili tutti i giorni fino al prossimo 2 ottobre - dice Gaia Lanzoni, una delle responsabili del progetto - e solo allora potremo stilare un bilancio sui nuovi soci: però le telefonate arrivano, qualche ragazzo si è già presentato a bordo vasca, siamo ottimisti».

Il tempo aiuta, il sole continua a baciare le acque a Como e i soci, distanziati, approfittano della clemenza settembrina per migliorare l’abbronzatura. Il tramonto non significa però lo stop delle attività: due giorni fa è ripresa la preparazione in acqua sia della squadra femminile che di quella maschile della Recoaro Como Nuoto dopo un periodo di esercizi a secco. La gioia nel poter rientrare in acqua, toccare il pallone, sfidarsi nelle prime partitelle dove sfogare tutta la passione e l’entusiasmo accumulati in mesi di stop, è visibile.

Coach Zimonjic fischia espulsioni a ruota libera, gli interventi sono spesso vigorosi, tutti i nuovi arrivati vogliono mettersi in mostra. Sulle gradinate il nuovo direttore sportivo, Andrea Bulgheroni. Insomma, almeno sul fronte della logistica, qualche cosa per cui sorridere c’è. In attesa di Muggiò.


© RIPRODUZIONE RISERVATA