Lunedì 29 Luglio 2013

Villa Olmo, la discoteca va avanti

E il Comune annuncia sanzioni

L’allestimento delle casse per la serata a Villa Olmo

Como

Adesso, tra Comune e titolari del ristorante Villa Olmo, è in atto un vero e proprio braccio di ferro.

Da una parte, infatti, c’è l’assessore al Patrimonio e alla Sicurezza Marcello Iantorno, che considera le serate da discoteca organizzate nel parco come degli abusi non autorizzati. Dall’altra ci sono i responsabili della struttura ricettiva, che ritengono perfettamente in regola l’organizzazione di feste che vanno avanti fino a tarda ora, con musica, luci e fumo.

Due posizioni nettamente contrapposte, con l’assessore che ha già annunciato di voler andare fino in fondo alla questione, mettendo a conoscenza della questione la giunta e il sindaco Mario Lucini, in modo tale da prendere «provvedimenti urgenti». Nel frattempo, le serate a suon di musica e cocktail all’interno del parco di Villa Olmo continuano, nonostante la richiesta dello stesso assessore Iantorno di non proseguire su questa strada.

«Sabato sera - spiega lo stesso Iantorno - sono andato personalmente a vedere quello che stava succedendo. E ho trovato una situazione inaccettabile. Centinaia di persone avevano invaso il parco. E questo rappresenta un pericolo, non solo per i beni pubblici, come Villa Olmo e il suo parco, ma anche per le stesse persone, visto che non ci sono facili vie d’uscita».

© riproduzione riservata