A Erba l’elettronica guarda al futuro
Successo di pubblico per l’edizione 2015 della Fiera dell’elettronica

A Erba l’elettronica
guarda al futuro

A Lariofiere anche riparazioni low-cost e modelli vintage
E un ricco programma di laboratori per appassionati

Droni, stampanti 3D, vecchi registratori e radio dell’anteguerra, le nuove tecnologie appaiono al fianco delle apparecchiature d’epoca: questo e molto altro è la fiera dell’elettronica in programma al centro espositivo Lariofiere di Erba. L’elettronica non ha segreti e gli stand sanno soddisfare qualsiasi richiesta: pezzi di ricambio, novità, riparazioni, usato. Ce n’è per tutti i gusti.

«I droni stanno andando molto bene - spiega Giorgio Vitale di Reylineitalia - La gente è molto incuriosita: si interessa e compra». A disposizione del pubblico anche un’area dedicata alla guida dei droni nel padiglione C, oggi tutti potranno provarci.

L’elettronica è anche nelle nuove tecnologie abbinate al lavoro artigiano. Ne è un esempio lo stand delle stampanti 3D “Sdm 3D” di Marco Andreacchio. «Noi curiamo il software della stampante che realizza oggetti tridimensionali - spiega - Però poi ci avvaliamo della collaborazione di artigiani per la post lavorazione. Per esempio abbiamo sviluppato una collaborazione con lo scultore Andrea Panzeri di Valmadrera. L’idea di partenza dell’artista diventa un modello stampabile, dopodiché si passa al modello che può essere fuso in metallo o realizzato in altro materiale». In esposizione ci sono sculture, ma pure gioielli.

Tra le curiosità anche l’appassionato che ripara lo schermo di Iphone, IPad e modelli Samsung: «Faccio arrivare i pezzi dalla Cina, una riparazione può costare per un IPhone 5 circa 80 euro, molto meno rispetto allo stesso intervento in un Apple store».

Tra i prodotti che vendono bene anche nuove applicazioni come “Filo”, sviluppata da un gruppo di giovanissimi ricercatori italiani finanziati da Google, che permette di ritrovare gli oggetti smarriti nel raggio di 80 metri. «Sta andando bene - spiega Mario Allegra dello stand di inchiostri e cartucce compatibili - È molto richiesta». Tra i pezzi d’epoca le radio storiche, ma anche giradischi e mangiadischi, vinili, oltre che il mercatino dell’elettronica usata e vintage e la Ca’ di Radio vecc.

Ecco il programma dei laboratori di domenicq: alle 9.30 “Digital fabbrication: il mondo dei Fablab” a cura di Fab Lab Milano e della fondazione Mike Bongiorno. Alle 10.30 workshop Arduino, con esperimenti sul campo. Alle 11 “Make your 3D printer” e alle 14.30 “3D junior: modellare e stampare in 3D è un gioco da ragazzi”, dedicato ai bimbi dagli 8 anni. Alle 14.30 workshop sulle novità Raspberry PI2 e Windows 10. Alle 15.30 “Stampa 3D: la post lavorazione”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA